pescato III
GEAPRESS – Nel corso di un’attività di vigilanza per il contrasto alla vendita irregolare di pescato, la Guardia Costiera di Gioia Tauro (RC) ha avuto modo di riscontrare la presenza di venditori ambulanti abusivi  installati nel lungomare.

Alla vista dei militari, i soggetti in questione si sono dati alla fuga abbandonando sul marciapiede quanto contenuto in cassette di polistirolo. Un’altra parte, però, era parzialmente occultata sotto un’autovettura.  I militari della Guardia Costiera hanno così proceduto all’immediato sequestro delle cassette che contenevano circa 13 chilogrammi di pescato, tra cui Alici, Sgombri  e Pesce Specchio .

I continui controlli dei militari, tiene a precisare la Capitaneria di Porto, vengono messi in atto a garanzia dell’ecosistema marino e degli stock ittici, oltre che a tutela dei consumatori e di quei pescatori e che rispettano le norme vigenti.  Proprio quest’ ultima attività di vigilanza è l’occasione adatta per ribadire che l’acquisto di pesce conservato e venduto in maniera igienicamente non idonea, può causare seri danni alla salute del consumatore.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati