GEAPRESS – 700 rare tartarughe “naso di porco” sono state sequestrate nelle scorse ore nell’aeroporto internazionale di Giacarta, capitale dell’Indonesia. I piccoli animali erano nati da meno di un mese.

Sconosciuta la destinazione finale ma l’area di partenza dovrebbe essere quella della provincia orientale di Papua. Ritorneranno, dopo il periodo di quarantena, nei luoghi di origine e varranno così reimmesse in libertà.

L’aeroporto internazionale Soekarno-Hatta è stato pià volte interessato da sequestri di fauna selvatica. Rettili, ma anche mammiferi. Le destinazioni finali delle tartarughe possono essere sia quelle della cucina orientale, ma anche della terraristica occidentale. Punti intermedi di questo lungo traffico riguardano la Thailandia, nel cui aeroporto di Bangkok sono in più occasioni avvenuti dei sequestri, il Laos ed il Vietnam.

Considerata la piccola età delle tartarughine ora sequestrate a Giacarta ed alla luce del vivace mercato di collezionisti che alimentano, è facile supporre che proprio quest’ultimo potesse costituire la loro destinazione finale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati