sequestro pescato
GEAPRESS – Interventi di polizia marittima eseguiti nel corso delle ore notturne dalla Guardia Costiera di Gallipoli (LE). Diversi attrezzi da pesca non rispettosi della normativa in vigore sono stati infatti individuati e posti sotto sequestro.

Si tratta, in particolare di 15 nasse che sono risultate altresì pericolose anche per la sicurezza della navigazione.  Ad essere sequestrato  anche un palangaro composto da circa 600 ami, ovvero ben oltre i 200 previsti. Ad utlizzarlo era un pescatore non professionista.

A completare il quadro, una rete da posta lungha circa un chilometro risultata del tutto priva  di qualsiasi identificazione e segnalamento.

Una ventina, invece, i chilogrammi di pescato posti sotto sequestro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati