ricci di mare
GEAPRESS – Nuovo intervento della Guardia Costiera di Gallipoli volto a tutelare il delicato ecosistema marino ed a reprimere le attività illecite di pesca. Ad essere portati a termine sono questa volta i controlli volti alla repressione del fenomeno della pesca abusiva del riccio di mare, particolarmente richiesto dall’utenza soprattutto in questo periodo.

Nella mattinata odierna, infatti, i militari operanti lungo il litorale cittadino hanno controllato  e verbalizzato un pescatore sportivo che deteneva circa settecento ricci di mare. Una quantità ben superiore al limite imposto dalla normativa vigente che prevede, al riguardo, un massimo giornaliero di cinquanta catture.

Tutti gli animali sono stati posti sotto sequestro e rigettati in mare, trattandosi di ricci vivi, con conseguente elevazione di una sanzione amministrativa pari a quattromila euro.

La Capitaneria di porto-Guardia Costiera di Gallipoli torna a sensibilizzare quanti siano testimoni di attività illecite perpetrate a danno della pesca e dell’ambiente marino, in generale, a segnalare tempestivamente al numero 0833266862 ogni eventuale notizia/elemento, che possa essere utile per consentire una più efficace attività di contrasto.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati