legna
GEAPRESS – Intervento del Corpo Forestale della Regione Siciliana in forza all’ Ispettorato Ripartimentale delle Foreste di Messina e al Distaccamento F.le di Galati Mamertino, in merito alla prevenzione e repressione di reati contro il patrimonio e in particolare furti di legna.

Un fenomeno, riferisce la Forestale siciliana, che fa registrare una significativa escalation.

L’operazione è avvenuta in località Santa Lucia nel comune di Galati Mamertino. A seguito di ampia perlustrazione del territorio appartenente al demanio comunale, veniva infatti individuato un deposito di legna di essenze diverse (faggio, ontano, querce, castagno, ecc.), in parte già lavorate e pronte per essere utilizzate per il riscaldamento domestico o per alimentare forni a legna. Individuato il  detentore ed invitato a presentarsi presso i locali del Distaccamento Forestale di Galati
Mamertino, venivano fornite indicazioni generiche sui luoghi di provenienza del legame. In tutto circa tre metri cubi di materiale per il quale, riferisce sempre la Forestale, non veniva dimostrat l’acquisto o altre forme di legittimo possesso.

Tutto il legname veniva così posto sotto sequestro ed affidato in custodia giudiziaria allo stesso detentore. Una misura, quella del sequestro, che si è resa necessaria  per impedire la dispersione del corpo di reato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati