cavallo palermo
GEAPRESS – La risposta sarebbe arrivata solo grazie all’interessamento dell’Assessore Spinelli, ma prima di allora, denuncia Italian Horse Protection, non era stato possibile sapere la sorte toccata al cavallo “Ora Basta”, incidentato nel corso del Palio di Fucecchio, svoltosi lo scorso nove marzo.

Sebbene la stampa locale, riferisce la nota di IHP, ha raccontato del soccorso e del trasporto in clinica, non è stato poi possibile apprendere altre notizie. Voci, che nessuno avrebbe poi confermato neanche tra chi presente al soccorso.

Infine, secondo quanto riportato da IHP, la risposta dell’Assessore: cavallo abbattuto per decisione del proprietario. Così come ricordato dai protezionisti, il cavallo aveva subito una seria frattura. Il comunicato dell’associazione che a Fucecchio si occupa dell’evento, fatto pervenire a IHP dallo stesso Assessore, riferisce di “prognosi infausta”.

Perchè tanto tempo per ricevere una risposta?

Ritardi, eventuali referti anti doping oltre che  dubbi sul regolamento del Palio, sono ora divenuti oggetto di intervento al Ministero della Salute. IHP ha infatti chiesto un chiarimento sull’intera vicenda ivi compresa la presunta presenta del fantino coivolto nell’incidente del Palio di Asti ove morì il cavallo Mamuthones e del quale la stessa IHP è ancora in attesa degli sviluppi della denuncia presentata in Procura. Le autorità di Asti, all’epoca dei fatti, aveva deciso un provvedimento disciplinare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati