ghiro
GEAPRESS – Erano stati trovati il 23 agosto scorso in località Fiumata, nel Comune di Filettino (FR) dal personale di vigilanza del Parco naturale regionale dei Monti Simbruini. Venticinque piccoli ghiri che erano stati rinvenuti dai Guardiaparco avvolti da uno straccio da cucina.

Per loro, grazie alle cure del Centro recupera fauna della LIPU, è arrivata l’ora della libertà. Assistiti giorno e notte ed accuditi da amorevoli cure, alla Lipu è riuscita l’impresa di portare allo svezzamento tutti i piccoli.

L’operazione di rilascio in natura, effettuata in collaborazione tra la Lipu ed il Parco dei Monti Simbruini, è avvenuta nei giorni scorsi nello stesso luogo in cui erano stati trovati i piccoli. Per loro è stato utilizzato un box di ambientamento appositamente predisposto dalla falegnameria dell’Ente Parco, per dare la possibilità ai giovani ghiri, di adattarsi alla vita selvatica in maniera graduale.

L’elevato numero di esemplari ritrovati – dichiara Francesca Manzia, responsabile Crfs Lipu Roma – è riconducibile al fatto che i piccoli appartengono a più cucciolate. Probabilmente qualcuno, effettuando alcuni lavori di ristrutturazione, li ha illegalmente disturbati, sfrattati e poi abbandonati. Un grazie a tutti i volontari che hanno reso possibile questo importante, e non facile, recupero”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati