ortolano
GEAPRESS – A seguito delle ripetute denunce dell’Europarlamentare italiano Andrea Zanoni, la Commissione europea ha aperto una procedura di infrazione nei confronti della Francia a seguito della continuata caccia in danno dell’ortolano, un piccolo passeriforme protetto.

La Commissione – ha dichiarato l’On.le Zanoni – è a conoscenza della cattura illecita di esemplari di ortolano nella Francia sudoccidentale. In seguito a ulteriori scambi con le autorità francesi, la Commissione ha avviato una procedura di infrazione trasmettendo una lettera di costituzione in mora ai sensi dell’articolo 258 del trattato sul funzionamento dell’Unione europea per la mancata protezione dell’ortolano prevista dall’articolo 5 della direttiva Uccelli (2009/147/CE)”.

La notizia è stata confermata dal Commissario Ue all’Ambiente Janez Potočnik in risposta alla denuncia dell’eurodeputato PD Andrea Zanoni. La caccia all’Ortolano (Emberiza hortulana), un piccolo uccello migratore della famiglia degli emberizidi, molto raro e quasi estinto in Italia, avviene nel dipartimento francese delle Landes, nella regione dell’Aquitania.

In queste località si sono registrati forti contrasti tra  cacciatori e volontari antibracconaggio del CABS, tra cui alcuni italiani. Le autorità di polizia sono però intervenute allontanando questi ultimi.

Così come riportato dal Commissario Ue “la Commissione ha invitato le autorità francesi a fornire informazioni dettagliate sui controlli di polizia effettuati nell’autunno 2013. Essa valuterà la questione sulla base delle informazioni più recenti in suo possesso e deciderà in merito alle ulteriori azioni da intraprendere”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati