zanoni
GEAPRESS – “La Commissione continuerà a migliorare il documento di orientamento sulla caccia sulla base di nuovi dati affidabili al fine di garantire che la direttiva Uccelli sia applicata in modo coerente in tutti gli Stati membri”. Questo quanto risposto dal Commissario Ue all’Ambiente Janez Potočnik all’interrogazione dell’eurodeputato PD Andrea Zanoni, vice presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo. Oggetto dell’intervento del parlamentare italiano era  proprio l’incongruenza dei calendari venatori tra Italia e Francia. Di fatto cacciatori francesi che sparano in pieno periodo di migrazione prenuziale in Corsica e in Costa Azzurra.

Un nuovo successo di Zanoni, da sempre vicino alle problematiche di protezione degli animali ed ambientali. Per Zanoni “i calendari francesi, come quelli italiani, devono rispettare i periodi di migrazioni certificati dagli organismi scientifici. Se la Francia non rispetterà la direttiva uccelli potrà incorrere in un’altra procedura d’infrazione come per la caccia all’Ortolano (vedi articolo GeaPress)”.

Il Commissario Ue spiega infatti come “ai fini dell’elaborazione del documento di orientamento sulla caccia, gli Stati membri erano stati invitati a trasmettere i migliori dati scientifici disponibili in relazione all’inizio e alla fine dei periodi di migrazione prenuziale di tutti gli uccelli che possono essere oggetto di attività venatoria nell’UE”. Tuttavia “nei dati comunicati per la prima versione del documento erano state riscontrate delle incongruenze e, sebbene la maggior parte di esse siano state risolte grazie a un successivo aggiornamento, sono tutt’ora presenti alcune differenze fra Stati membri limitrofi”.

Dunque l’invito dell’On.le Zanoni alla Commissione Europea: bisogna spingere le autorità nazionali a risolvere queste incongruenze per evitare che migliaia di uccelli, come il Tordo bottaccio (Turdus philomelos), vengano abbattuti in periodo prenuziale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati