ortolano
GEAPRESS – E’ di ieri l’intervento al Parlamento europeo dell’On.le Zanoni in merito alle minacce subite dai volontari italiani aderenti al CABS nel dipartimento delle Landes. Come è noto i volontari avevano dovuto subire il foglio di via, verosimilmente a cautela della loro sicurezza. Minacciati pesantemente perchè denunciavano i continui atti di bracconaggio ai danni dellOrtolano, grazioso uccello canoro che il quel periodo migra ed in molti casi rimane ucciso dalle trappole.

Un provvedimento, quello del Prefetto, che era stato criticato perchè di fatto allontanava un elemento di denuncia nei confronti di tale caccia.

Sulla vicenda c’è ora un particolare inedito che viene reso noto proprio dal CABS. I volontari, la cui sede centrale si trova in Germania, avevano avviato il ricorso avverso al provvedimento della Prefettura. La causa si sarebbe dovuta discutere giorno 9 novembre ma due giorni prima la stessa Prefettura ha annulato il provvedimento di espulsione.

Non molti dubbi, da parte del CABS. Per loro il ritiro da parte dell’Autorità potrebbe non essere solo una coincidenza. Così come riferito da Andrea Rutigliano, Operations Officer del CABS, si potrebbe trattare di una ritirata strategica.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati