Allodola catturata
GEAPRESS – La Puglia si conferma nuovamente luogo di cattura illegale  di allodole per fini venatori. Già nel recente passato, infatti, erano avvenuti sequestri di impianti di cattura predisposti per il piccolo alaudide. Il sospetto, è che tali animali possono servire come uccelli da richiamo nelle regioni del centro nord.

Il nuovo intervento è maturato grazie al Nucleo Venatorio della Polizia Provinciale di Foggia.

Un grosso impianto di cattura posizionato sul territorio della Capitanata. Reti e richiami elettroacustici che occupavano una superficie di circa 600 metri quadrati. Trentotto le allodole rinvenute, tutte immediatamente liberate.

Le pattuglie, coordinate dal Responsabile del Nucleo, Magg. Antonio Cicchetti, unitamente al Cap. Francesco Tancredi e ai M.lli Gennaro D’Alterio, Mario Rignanese e Francesco Tomaiuolo, hanno individuato l’impianto nella località di Zapponeta, sulla Srada Provinciale 141 in direzione Margherita di Savoia.

Tutti i richiami acustici sono stati posti sotto sequestro e messi a disposizione dell’Autorità Provinciale.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati