GEAPRESS – In questi giorni, gli agenti del Servizio CITES del Comando Regionale Puglia del Corpo forestale dello Stato sono stati impegnati in un’intensa attività di indagini mirata al controllo del commercio dell’anguilla europea (anguilla anguilla, specie tutelata dalla Convenzione di Washington) presso allevamenti ittici, attività commerciali di prodotti ittici all’ingrosso e al dettaglio, nonché aste notturne nei mercati ittici delle principali province marine pugliesi, con verifiche concentrate principalmente sugli allevamenti ittici ed i rivenditori all’ingrosso situati a ridosso dei laghi di Lesina e Varano (FG).

Tra gli oltre 8.000 chilogrammi di anguilla controllati nel territorio pugliese, circa 300 chilogrammi sono risultati di dubbia provenienza ed in cattivo stato di detenzione e sono stati, pertanto, sequestrati. Il proprietario della ditta del foggiano nella quale è avvenuto il ritrovamento degli esemplari ritenuti irregolari è stato denunciato presso la Procura della Repubblica di Foggia per le violazioni alla normativa sulla tracciabilità delle anguille e la loro legale acquisizione.

Il sequestro è stato effettuato con la collaborazione della Capitaneria di Porto di Manfredonia (FG). Gli animali sequestrati sono stati temporaneamente affidati alla ditta oggetto del sequestro in attesa della definitiva destinazione indicata dall’Autorità Giudiziaria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati