GEAPRESS – I cartelli, nella Villa Guglielmi a Fiumicino, sono comparsi da poco tempo.

Così denuncia in un suo comunicato Riccardo Oliva, presidente dell’associazione Memento Naturae. Niente cani in Villa. Così avrebbe deciso il Comune a seguito di un esposto che sarebbe stato presentato da alcuni cittadini che si recano a correre in quell’area.

Non proprio ovunque. Due aree sarebbero state riservate ai cani, ma sono troppo piccole ed a quanto pare poco curate. Questo a sentire che li frequenta, riferisce sempre Oliva.

Ad imporre il divieto sarebbe un Decreto di Giunta dello scorso dicembre. Un fatto che evidenzia come non si sia voluto cercare il responsabile di un’ottemperanza, bensì precludere quasi del tutto l’area alle passeggiate con i cani. Poi, riferisce Oliva, “politicanti di ogni schieramento fanno a gara per tenere il loro cuccioletto in braccio“. Ed invece, nella pratica quotidiana, si crea sempre più distanza tra l’uomo e chi “a differenza nostra non tradisce nemmeno se li abbandoni“.

La speranza, ora, è che il Comune di Fiumicino ritorni sui suoi passi. Per Memento Naturae, tale auspicabile iniziativa potrebbe essere altresì indotta dalle “immediate e spontanee proteste da parte di tantissimi amanti di cani che minacciano di andare sotto la sede del Comune“.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati