falconeria
GEAPRESS – Una iniziativa che era stata criticata dai volontari della LAV. Vari animali, fra cui un falco, e la presentazione della falconeria. Ad avviso degli animalisti quella iniziativa della Fondazione dell’Ospedale Pediatrico Anna Meyer era inopportuna. Strumentalizzare degli animali e poi la nota polemica dei pulcini tolti alle cure parentali dei genitori per “imprintarli” rispetto all’uomo e alla  mano che li manovrerà.

La Fondazione cambia ora la sua rotta. Ascoltate le regioni della LAV domenica 28 luglio avverrà un incontro con i piccoli degenti nella ludoteca dell’ospedale. Volontari formati in zoo antropologia didattica, faranno giocare i piccoli degenti coinvolgendoli nella vita e nell’etologia del granchio, animale che si trova frequentemente sulle spiagge e per questo esposto al maltrattamento di bambini inconsapevoli.

Tale incontro sarà il primo di una serie – riferiscono dalla LAV di Firenze – La nostra speranza è di portare tutti i partecipanti ad osservare gli animali con occhi nuovi, quali “nostri fratelli minori”, esseri senzienti capaci di soffrire proprio come noi, creature da rispettare nei loro fondamentali diritti.”

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati