civetta
GEAPRESS – Tra i 1460 animali soccorsi quest’anno dell’ENPA di Savona ci sono anche  15  civette. Di tutti dovrebbe prendersene carico l’ Ente pubblico, ovvero Provincia e Regione. Ed invece, anche per l’ultima recuperata, è accorsa la Protezione Animali.

A Finale Ligure (SV)  ha infatti rischiato di morire di fame all’interno di una cappa di aspirazione di una cucina dove è stato poi  rinvenuto malconcio e sofferente dopo non pochi giorni che si trovava nell’incomoda posizione.

La  civetta, una volta recuperata, ha infatti ingurgitato a piccole dosi una certa quantità di cibo fornito dai volontari. Il piccolo rapace notturno ha rischiato di morire di fame. Per fortuna, una volta riaperta la casa, il rapace  ha rumoreggiato quanto è bastato per attire l’attenzione del proprietario il quale, intervenendo sulla cappa della cucina, ha trovato l’insolita “sorpresa”.

Anche in questo caso l’affidamento all’ENPA che, sottolinea l’associazione, è intervenuta in “assenza di qualsivoglia ente pubblico che se ne sia voluto prendere cura“.

Le civette, riferiscono dalla Protezione Animali savonese, sono piccoli uccelli rapaci con abitudini notturne. Animali  curiosi e molto “flessibili”, tanto da riuscire ad introdursi in spazi e fessure di minime dimensioni, rimanendovi talvolta intrappolate.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati