trachemys
GEAPRESS – Quando le vedi nei negozi di animali sono piccole e graziose e conquistano subito tuo figlio che ti mette a perdere per comprargliene una. Sono le tartarughe d’acqua, che poi crescono, assieme al figlio che se ne disinteressa.

A ricordarlo è l’ENPA di Savona che evidenzia, altresì, come spesso i graziosi animali finiscano abbandonati.

E’ quello che è accaduto ieri ad un animale adulto, lasciato al sole dentro la sua vaschetta vicino al cassonetto della spazzatura di una via di Finale Ligure. A chi spetta prendersene cura? Da anni i vari enti pubblici dibattono sull’arduo quesito: il comune, l’ASL, la Guardia Forestale, la Provincia o la Regione ?

In attesa di responso e di fronte al solito “scarica barile” pubblico i vigili urbani finalesi, ai quali è arrivata la segnalazione di alcuni turisti impietositi, si sono rivolti ai volontari della Protezione Animali savonese che l’hanno raccolta quasi moribonda e ricoverata in una confortevole vasca dove ha potuto reidratarsi e mangiare; ed ora lanciano un appello per trovare qualcuno che la voglia adottare e tenere in una spaziosa vasca o, meglio, in un laghetto (telefono 019 824735, da lunedì a sabato, dalle 10 alle 12 e dalle 127 alle 19).

L’ENPA soccorre ogni anno decine di questi rettili, originari del sud degli Stati Uniti e che fuori del loro ambiente muoiono di fame e freddo o vivacchiano a scapito della fauna ittica locale. Per questo, riferisce sempre l’ENPA, chiediamo  di non comprare animali esotici, per non favorire allevatori improvvisati e l’ennesima forma di sfruttamento del mondo animale; quasi il 90% dei soggetti muore infatti tra atroci tribolazioni durante la cattura ed il trasporto, mentre negli allevamenti si registrano mortalità e sofferenze per l’ambiente innaturale in cui crescono.

L’associazione ha più volte proposto inutilmente ai Comuni, compreso quello di Finale Ligure, di proibire o limitare fortemente la vendita di animali esotici, o almeno obbligare allevatori e venditori a tenere l’anagrafe degli acquirenti e farsi carico delle bestiole non più gradite.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati