squali filippine
GEAPRESS – Cinquantaquattro squali, ormai privi di vita, sono stati sequestrati nelle acque terrioriali filippine. Ad intervenire la  polizia marittima dello Special Boat Unit che già in altre occasioni ha portato a termine importanti operazioni, ad esempio contro trafficanti di pangolini.

Secondo quanto comunicato dall’ autorità di polizia, il peschereccio abbordato proveniva dal Vietnam. A bordo 11 persone, tutte tratte in arresto.

L’intervento è avvenuto a Liminangcong, nell’isola  provincia  del Palawan.

Nulla è stato ancora riferito sulla destinazione del pescato anche se è possibile pensare al mercato delle pinne di squalo molto attivo in Cina. Contrariamente a quanto è dato credere, la Cina non è particolarmente attiva nella pesca diretta degli squali, sebbene si caratterizzi come principale consumatore. Le marinerie specializzate in tale attività sono altre, centro americane ed europee in particolare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati