Gli Agenti del NIPAF del Corpo Forestale dello Stato di Ferrara hanno rinvenuto presso un’azienda dell’interland numerosi uccelli esotici allevati in apposite voliere ubicate nell’immediata vicinanza di una stalla di equini.

Tra questi, i Forestali hanno riconosciuto tre rari esemplari di Ara militaris, pappagalli in via di estinzione, originari del Sudamerica, protetti a livello internazionale dalla Convenzione di Washington. Sul mercato nero un singolo esemplare può raggiungere e superare il valore di diecimila euro.

Gli esemplari rinvenuti dal Corpo Forestale dello Stato, erano custoditi in voliere all’aperto in condizioni ambientali non idonee alla specie che appartiene ai climi caldi, e sono risultati dopo apposita visita veterinaria affetti da una malattia potenzialmente trasmissibile ad altre specie animale incluso l’uomo. Gli esemplari prontamente sequestrati dal Nucleo Investigativo del Corpo forestale, sono stati trasferiti presso il Centro Recupero Specie Selvatiche ed Esotiche (CRSE) di Semproniano, gestito dal WWF.

Il proprietario degli animali è stato denunciato a piede libero all’Autorità Giudiziaria per il reato di detenzione illegale di specie protetta dalla Convenzione di Washigton.