barca pescatori
GEAPRESS  – Per pescare si serviano di elettrostorditori. Gli elettrodi, gettati in acqua, fulminavano letteralmente i poveri pesci.

Una pesca oltremodo distruttiva, fermata nelle scorse ore da un intervento congiunto dei Carabinieri di Mesola e della Polizia Proviciale di Ferrara.

Ad essere denunciati sette cittadini di orginine rumena. Per mettere in pratica i loro intenti ed evitare di essere sorpresi avevano organizzato un vero e proprio servizio di vigilanza che però non è riuscito ad  impedire l’intervento di polizia.

Nella limitrofa provincia di Ravenna, nella giornata di ieri, il Corpo Forestale dello Stato aveva fermato e sanzionato altri pescatori rumeni (vedi articolo GeaPress).

A Mesola, i sette hanno avuto contestata una sanzione amministrativa di 4000 euro. Quello che però li danneggerà di più è forse il sequestro dell’attrezzatura. Non solo i congegni elettrici, ma anche un barchino dotato di un potente motore.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati