antibracconaggio forestale
GEAPRESS – Si svolgerà domenica 28 giugno ad Expo Milano, alle ore 17.00 presso il  Teatro al Centro della Terra – Biodiversity Park ,il convegno sul bracconaggio organizzato dal Corpo Forestale dello Stato.

Il bracconaggio, riferisce il Corpo Forestale dello Stato, è in grado di causare alterazioni all’ambiente ed agli ecosistemi. Il contrasto operato dal Nucleo Operativo Antibracconaggio (NOA) del Corpo forestale dello Stato costituisce ad oggi l’unico esempio in Europa di un Nucleo specializzato di un corpo di polizia dedicato in modo esclusivo alla repressione del bracconaggio.

Le attività svolte dal  NOA a tutela della fauna selvatica nel territorio dello Stato,  non trovano altri termini di paragone nel panorama internazionale, così come è stato riconosciuto nella Conferenza che si è svolta a Tunisi lo scorso maggio in materia di “illegal killing of birds”.

I lavori saranno aperti da Marco Avanzo del Corpo forestale dello Stato. A seguire, vi sarà l’intervento di Claudio Marrucci sul tema “Trappole di morte: l’azione di contrasto del Corpo forestale dello Stato”. Alessandro Andreotti, Funzionario Ispra sull’impatto del bracconaggio sulle popolazioni selvatiche e quindi sulla vita delle specie, dal punto di vista naturalistico e scientifico.

Fulvio Mamone Capria della Lipu parlerà degli hotspots del bracconaggio, anche con riferimento alla Sardegna, mentre Andrea Rutiliano del CABS- Committee Against Bird Slaughter affronterà il tema delle migrazioni pericolose.

Piero Milani del Centro nazionale “il Pettirosso” con sede a Modena illustrerà la sinergia tra il Centro e il Corpo forestale dello Stato e, condizioni ambientali permettendo, ci sarà la liberazione di alcuni esemplari di avifauna.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati