carne di balena
GEAPRESS – Si fa la conta, in Islanda e Norvegia, delle balene cacciate questa estate.

Nel primo paese si tratterebbe di 88 balenottere comuni. Un prelievo ben al di sotto della quota consentita pari a 154 balenotteri comuni cacciabili in tre mesi.

Un fatto che preoccupa l’industria della carne di balena che esporta quasi esclusivamente in Giappone.

E’ andata bene, invece, la caccia alle balene in Norvegia. Nonostante la moratoria internazionale esistente sul cosiddetto prelievo commerciale, i norvegesi hanno infatti catturato 729 balene. Si tratta, anche in questo caso, di una quota più bassa rispetto al previsto, ma giudicata comunque in maniera positiva dagli addetti del settore.

Ad agevolare le baleniere norvegesi, sarebbe stato l’insolito bel tempo che ha “regalato”, di certo non alle balene, lunghe giornate di mare piatto.

Sebbene il numero di catture di balenotteri comuni prefissato in Norvegia era  di 1286, quelle arpionate quest’estate  ha rappresentato uno dei numeri più alti mai registrati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati