Rivendicano il diritto a farla, ma nel frattempo sospendono. Con una lettera datata 15 novembre ed inviata al Sindaco di Quito, in Ecuador, gli organizzatori della corrida, al grido di “viva la tradizione, viva la festa” comunicato la sospensione della corrida che si svolge ogni anno nella fiera cittadina. Non era mai successo, commentano ora gli animalisti locali, in venticinque anni di festa. Un successo per il movimento dei diritti degli animali in quel paese.

La corrida del “Jesús del Gran Poder” si sarebbe dovuta svolgere nel prossimo mese di dicembre. Ed invece è stata annullata. Hanno preferito così per evitare polemiche tra gli affezionati della corrida e gli animalisti che avrebbero protestato. Senza mezzi termini, gli organizzatori riferiscono di un clima di ostilità che si sarebbe potuto generare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati