CARDELLINI
GEAPRESS –  Nuovo intervento in danno di uccellatori napoletani in trasferta in altre province.

Questa volta ad intervenire è stata la Polizia Stradale di Salerno, Sottosezione di Eboli, che ha fermato un uccellatore partenopeo trovato in possesso di 30 cardellini. Si tratta di una specie di voltatile appartenente alla famiglia dei fringillidi e come tale protetta dalla legge.

Il ritrovamento dei cardellini è avvenuto nel corso di un  normale controllo sulla A3 Salerno-Reggio Calabria. Nel bagagliaio, oltre ai cardellini, anche l’attrezzatura per l’uccellagione.

L’intervento della Polizia Stradale conferma ancora una volta come gli uccellatori napoletani utilizzino costantemente  luoghi di cattura di altre province se non addirittura regioni. Tempo addietro il Corpo Forestale dello Stato individuò un nucleo di uccellatori originari proprio di Napoli che si erano insediati nella provincia di Livorno.

Denunce di altri uccellatori, sono poi avvenute, con una certa regolarità, nel Lazio, Basilicata e Calabria. Barriera invalicabile, invece, in Sicilia. Gli agguerriti cacciatori di frodo isolani, tengono in proprio il florido mercato di Catania, Messina e soprattutto Palermo dove, ogni domenica mattina, nel popolare mercato di Ballarò, si svolte una vera  epropria vendita in strada di centinaia di cardellini. Un fenomeno noto e tollerato dalla città.

L’uccellatore ora fermato ad Eboli è risultato recidivo. Per lui la denuncia per bracconaggio e maltrattamento di animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati