Non è un pesce d’aprile, ma proprio dal prossimo 1° aprile in Svizzera sarà vietato il transito di cavalli e polli diretti al macello. Lo ha deciso lo scorso 11 marzo, il Consiglio federale.
Il Consiglio ha adeguato la legislazione vigente ai cavalli ed ai polli, che vanno ad aggiungersi ai bovini, suini, ovini e caprini, per loro il transito era già vietato.
I cavalli ed i polli che transitano attraverso la Svizzera sono veramente pochi, ma anche per loro il Governo, su richiesta del Parlamento,  ha voluto limitare i lunghi viaggi a cui sono sottoposti per andare nei macelli.
In effetti il Parlamento avrebbe voluto iscrivere il divieto di transito degli animali diretti ai macelli nella legge sulla protezione degli animali anzichè in un’ordinanza, come è il caso attuale.