E’ successo a Velletri. Un cacciatore di 72 a cui era stato revocato il porto d’armi si è costruito un fucile:  ha assemblato tubi ad un telaio di legno legandoli con il filo di ferro poi se ne andato a provare il fucile.
Camminando nei  boschi tra i comuni di Lariano e Cori dal fucile artigianale è partito un colpo, che lo ha ferito alla gamba sinistra. Il cacciatore è riuscito comunque a raggiungere la sua autovettura e, una volta raggiunti i familiari, si è recato all’ospedale di Velletri.
Gli agenti del Commissariato di Velletri hanno recuperato il fucile artigianale, nascosto tra i cespugli ed hanno effettuato una perquisizione nell’abitazione del cacciatore trovando 42 cartucce, 46 bossoli ed un fucile da caccia con matricola abrasa.
L’uomo  è stato denunciato per fabbricazione, detenzione e porto abusivo d’armi. Un cittadino comune, non cacciatore, in genere con queste accuse resta in carcere per un bel po’ di tempo!