wwf
GEAPRESS – Il decreto del fare non fa bene all’ambiente. Il WWF boccia la misure contenute nel decreto 69/2013,  rilevando  come anche il Governo Letta non si discosti dalla cattiva abitudine dei Governi Berlusconi e Monti di predisporre semplificazioni abborracciate per favorire i combustibili fossili, la costruzione di infrastrutture di trasporto in perdita, le incompiute in edilizia e la proliferazione incontrollata di parcheggi interrati, lo sversamento in mare di fanghi provenienti dai fondali contaminati dei Siti nazionali di bonifica, l’uso delle acque di falda nei siti contaminati e l’uso scriteriato dei materiali  di riporto anche se inquinati.

Per il WWF non è un bel segnale quello che viene dal primo decreto bandiera del Governo Letta, su cui l’esecutivo molto probabilmente sarà costretto a mettere la fiducia: si continua  a credere che diminuendo le tutele alla salute e all’ambiente si possa rilanciare l’economia, ma la politica dei due tempi – favoriamo oggi gli operatori economici e domani gli interessi dei cittadini –  è solo dannosa, il caso ILVA ne è l’esempio più eclatante. Infine, il WWF rileva come si continui ad intervenire su tematiche estremamente complesse con provvedimenti spot e non organici che peggiorano il quadro complessivo, determinando confusione ed incertezza normativa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati