foie gras
GEAPRESS – Fine della distribuzione del foie gras anche per l’ultima catena di supermercati danesi che continuava la vendita.

Senza mezzi termini, SuperBest, questo il nome della catena, nel comunicare la decisione ha fatto esplicito riferimento alla questione del benessere animale. Come è noto,il patè di fegato d’oca si ottiene tramite l’alimentazione forzata dei volatili fino a rendere il volume del fegato ben più grande di quello naturale. Come dimostrato anche da alcune investigazioni animaliste, gli animali vengono costretti da un tubo in gomma, ad ingurgitare il cibo. E’ la cosiddetta tecnica del gavage.

Secondo Martin Brinch Joehncke, direttore organizzativo presso la catena SuperBest, la decisione è stata presa dopo un ampio dibattito sul benessere degli animali in Danimarca. L’esito è stato quello di non continuare a vendere il foie gras.

SuperBest è una catena di media grandezza che gestisce 92 negozi in più città della Danimarca. Una minoranza di tali negozi aveva continuato la vendita. Ora la scelta aziendale vale per tutti.

Martin Brinch Joehncke ha ricordato che la vendita del patè non è illegale ma solleva comunque molte critiche.

La notizia è stata ovviamente accolta con soddisfazione dagli animalisti danesi, secondo i quali il foie gras continua ormai ad essere venduto solo da una manciata di venditori indipendenti del paese. Il foie gras, prodotto tipicamente francese, è però ancora molto difeso proprio nel paese d’origine.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati