GEAPRESS – 551 uccelli selvatici, tutti appartenenti a specie protetta in Italia, sono stati sequestrati lunedì notte a Malta. Gli animali erano occultati nel vano posteriore di un furgone imbarcato in Sicilia.

Si tratta di frosoni, lucherini, verdoni, verzellini, fringuelli, sistemati in 18 scatole di legno e nove contenitori in plastica, debitamente occultati in un carico di arance. Ingegnoso il sistema trovato per fare pervenire l’aria umidificata ai poveri animali. Tra le arance, infatti, era sistemato un contenitore contenente ghiaccio, collegato a due piccioli ventilatori. 

Il carico è stato ispezionato dai doganieri maltesi all’attracco di un catamarano proventiente dalla Sicilia. Per tutti gli animali è stata disposta la quarantena.

Non è la prima volta che carichi di uccelli selvatici provenienti dalla Sicilia vengono sequestrati a Malta. Nell’arcipelago maltese, infatti, è in uso una intensa attività di uccellagione oltre che punto di snodo di traffici per altri paesi. Nel recente passato, infatti, alcuni carichi di fringillidi sequestrati a Malta e provenienti dalla Sicilia sono risultati diretti in nord Africa. In Sicilia, invece, in più occasioni si sono registrati interventi ai danni di contrabbandieri diretti a Malta. Ad essere denunciati per il trasporto illecito di avifauna di cattura, erano stati anche alcuni calabresi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati