uccelli e fucili
GEAPRESS – C’è pure un giovane di Brendola, in provincia di Vicenza, tra le persone denunciate dal Corpo forestale dello Stato, Comando Stazione di Gallipoli (LE), perchè sorpreso ad esercitare l’attività venatorio in maniera non regolare.

I Forestale del Comando Stazione, unitamente al personale del NIPAF del Comando provinciale di Lecce, lo hanno sopreso in località Papaleo nel territorio comunale di Gallipoli. Nei luoghi anche altra persona, originaria della provincia. L’accusa è di avere cacciato a specie protette e con l’ausilio di richiamo acustico, ovvero un mezzo di caccia vietato dalla legge.

In località l’Ario’, sempre nel comune di Gallipoli, veniva poi sorpreso un altro cacciatore originario di Matino (LE). Anche lui stava svolgendo l’attività venatoria, con un richiamo acustico vietato. Ad essere abbattutto  era stato uno storno, appartenente a specie di avifauna nei cui confronti la caccia non è consentita.

Ad essere sequestrato il richiamo acustico, le armi e cartucce da caccia in uso rinvenute, nonchè la selvaggina abbattuta.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati