molluschi
GEAPRESS –  650 chilogrammi di vongole veraci ed ostriche sono state sequestrate stamani dal Nucleo di Polizia Marittima della Capitaneria di porto di Ravenna, al termine di una importante attività di indagine. Tutto il pescato era frutto di pesca illecita.

Le indagini della Guardia Costiera sono partite da un centro di stabulazione del ferrarese. Da qui gli investigatori sono risaliti a quella che si presume essere una ingegnosa ed articolata attività di commercializzazione di grossi quantitativi di molluschi. Tutti, riferisce la Guardia Costiera, pescati presumibilmente nelle acque marittime di Ravenna e  fatti poi transitare nel ferrarese. Da qui, poi, verso il sud Italia.

Appostamenti e pedinamenti fino al sequestro di oggi. Al centro dell’attività vi sarebbe un pescatore professionale della marineria ravennate. Dalle rilevanze investigative è infatti emerso come quest’ultimo avrebbe “arrotondato” i propri guadagni dedicandosi alla raccolta di molluschi con una unità secondaria. Il prodotto, una volta stoccato in grossi quantitativi, veniva depositato nel centro ferrarese. Vettori su ruote partiti da Chioggia, portavano il pescato verso il casertano.

Una volta imbarcato, il tutto sarebbe stato corredato con la prevista documentazione di accompagnamento che, però, giunta a destinazione, veniva eliminata. Questo al fine di disperdere ogni traccia della provenienza e corretta commercializzazione dei molluschi destinati alla vendita al dettaglio.

Tale prassi, sottolinea sempre la Capitaneria di Porto, è condotta in spregio alle disposizioni sulla tracciabilità del prodotto e sulla garanzia della sua salubrità. In tal maniera si sarebbe immesso in commercio quanto, secondo gli investigatori, esente dai necessari ed obbligatori controlli sanitari. Il prezzo, però, sarebbe stato sempre molto elevato.

Controlli quotidiani quegli degli uomini della Guardia Costiera nell’ambito dell’intera filiera ittica, dal pescatore al consumatore finale, passando per centri di stoccaggio e venditori al dettaglio.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati