avorio sequestro
GEAPRESS – Il personale del Nucleo investigativo di Polizia Ambientale del Comando Provinciale ha effettuato, in questi giorni, diverse verifiche presso gioiellerie e altri esercizi commerciali della provincia, disposti in base ad una direttiva  ministeriale mirata in particolare sulla vendita di monili ed oggettistica varia in avorio. Si tratta, spiega il comunicato della Forestale, di quel materiale particolarmente protetto dalla normativa internazionale cosiddetta CITES.

Durante gli accertamenti sono state rinvenute, presso un negoziante del centro, 59 collanine in avorio per un valore commerciale di circa 3000 euro che erano poste in vendita in totale assenza di documentazione giustificativa della loro regolare provenienza. I presunti responsabili sono stati denunciati all’Autorità Giudiziaria mentre gli oggetti sono stati posti sotto sequestro.

Sono altresì in corso di definizione specifiche sanzioni amministrative, 2000 euro circa, per la vendita illegale dell’avorio.

Questi controlli, oltre alla salvaguardia delle specie in via di estinzione, si pongono l’obiettivo di prevenire possibili illeciti, anche di natura penale, sensibilizzando gli operatori commerciali al pieno rispetto della normativa di settore.

Dunque, afferma la Forestale, bisogna fare attenzione agli acquisti sotto l’albero ..

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati