cuccioli napoli
GEAPRESS – Sono stati tutti affidati i cuccioli provenienti dal sequestro operato nel mese di marzo dalle Guardie Zoofile dell’ENPA di Roma in collaborazione con il NIRDA, lo speciale Nucleo del Corpo Forestale dello Stato che si occupa di reati in danno agli animali (vedi articolo GeaPress ).

I 51 cuccioli provenienti dall’Ungheria erano stati sequestrati appena arrivati nell’esercizio commerciale. A quanto pare erano destinati al mercato di Roma e provincia. Le indagini che portarono al sequestro dei cuccioli avrebbero indicato una età  ben al di sotto di quella  consentita dalla normativa comunitaria. Secondo tali disposizioni non potrebbero avere più di tre mesi e tre settimane ed invece, sempre  secondo il comunicato diffuso dall’ENPA di Roma,  presentavano  una età difforme da quella riportata sui passaporti.

Grazie alla sensibilità mostrata dall’Autorità Giudiziaria, riferisce l’ENPA di Roma, i cuccioli di molte razze, come Chihuahua, Bulldog, Pechinesi, Sptitz e tante altre, erano stati affidati all’ENPA al fine di trovare famiglie idonee per la custodia. Dopo il trasferimento presso una struttura di Campagnano, i cuccioli erano stati a sua volta affidati a persone selezionate tra le migliaia di richieste pervenute all’Ente Nazionale Protezione Animali.

L’ENPA invita inoltre a non comprare animali, anche per non alimentare inconsapevolmente un mercato che potrebbe essere  illegale. I canili ed i gattili, invece, sono pieni di animali in attesa di una famiglia. “Sono tutti sani e bellissimi, le razze non esistono“, conclude l’ENPA di Roma

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati