cartucce caccia
GEAPRESS – Nuovi controlli, da parte dei Carabinieri del Comando provinciale di Taranto, relativi alla detenzione di armi e munizioni da parte dei legali possessori. A Crispiano, i militari del locale Comando Stazione hanno controllato, nell’ambito di un controllo di routine, il titolare di regolare porto d’armi per uso caccia.

Un controllo che è stato poi approfondito con l’esecuzione di un’accurata perquisizione del locale. Secondo il comunicato dell’Arma dei Carabinieri, alla stessa persona venivano rinvenute 7.300 cartucce di vario calibro per armi da caccia e 24 chilogrammi di polvere da sparo. Quest’ultima sarebbe stata utilizzata per il confezionamento di munizionamento.

La legge, però, prevede la possibilità di detenere un massimo di 1.500 cartucce da caccia e cinque chilogrammi di polvere da sparo.

Per tale motivo  tutto il materiale rinvenuto è stato sottoposto a sequestro mentre l’uomo è stato denunciato a piede libero alla competente Autorità Giudiziaria. I reati contestati sono relativi alle contravvenzioni penali di detenzione di materiale esplodente e detenzione di munizioni senza averne fatto denuncia all’Autorità di Pubblica Sicurezza.

Nei confronti dell’uomo sarà avanzata proposta di revoca del porto d’armi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati