nutria
GEAPRESS – Cartucce a spese della Provincia e caccia aperta alle nutrie. La notizia ha fatto oggi capolino sui quotidiani cremonesi che hanno altresì riportato stime riferibili a presunte popolazioni di nutrie. Di mezzo ci sarebbero i danneggiamenti all’agricoltura.

Nella provincia  vivrebbero ben 340.000 nutrie anche se non è chiaro chi e nel caso con quali metodi ha eseguito i censimenti. Circa 900 cacciatori autorizzati dovranno occuparsi degli abbattimenti.

Sella vicenda è intervenuto con una sua nota il presidente della sede ENPA di Milano Ermanno Giudici secondo il quale la presenza di 340.000 nutrie, supposta reale, impedirebbe ogni possibile eradicazione anche nell’arco di decine di anni. Figuriamoci in cinque, come sembra essere stato riferito. Un provvedimento fallace, dunque, che lascerebbe libero sfogo ai fucili senza cambiare granchè la situazione. L’elevato numero di nutrie, qualora effettivamente accertato, rivelerebbe, sempre ad avviso del responsabile ENPA, un ambiente ottimale per il roditore di orgine americana. Questo anche per la disponibilità alimentare. In altri termini un territorio lasciato libero da un abbattimento verrebbe immediatamente occupato. Salvo improbabile sterminio di 340.000 nutrie.

Dunque, secondo Ermanno Giudici, nei fatti nessuna eradicazione, ma  posizioni un po’ demagogiche.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati