poiana pol pr
GEAPRESS – Sei uccelli rapaci sono stati tratti in salvo nei giorni scorsi dalla Polizia Provinciale di Cosenza.

Il personale operante presso il Distaccamento di San Giovanni in Fiore, guidato dal Comandante dott. Giuseppe Colaiacovo, ha rinvenuto i sei animali nel corso di altrettante distinte operazioni portate nell’altopiano silano.

Si tratta di due Civette, due Poiane, un Allocco e un Falco Pecchiaiolo.

In particolare una delle due Poiane, proveniva da una località ricadente in zona 2 del Parco Nazionale della Sila, e le ferite erano state dovute a cause accidentali. La seconda Poiana era stata soccorsa dagli agenti in località Bonolegno, nell’ambito comunale di San Giovanni in Fiore; poco dopo il ritrovamento è stata rimessa in libertà poiché non presentava alcuna ferita. E’ probabile, riferisce la Polizia Provinciale, che fosse  rimasta intrappolata in prossimità di alcuni terreni agricoli.

Le Civette, invece,  sono state recuperate in zone presilane, mentre l’Allocco è stato rinvenuto da un cittadino in pieno centro abitato a Bocchigliero; tramite segnalazione alla sala operativa della Polizia Provinciale è stato subito recuperato. L’altro volatile, un giovane esemplare di Falco Pecchiaiolo, è stato strappato alla morte grazie alla collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato – CTA Parco della Sila – Cotronei (Kr).

Tutti i rapaci feriti, ad eccezione di una delle due Poiane rilasciate in natura, sono stati trasferiti presso il C.R.A.S. (Centro Recupero Animali Selvatici) del C.I.P.R. di Rende, dove riceveranno cure specifiche al fine di poterli reintrodurre in natura, non appena possibile.

Durante le attività volte alla prevenzione e repressione del bracconaggio da parte degli uomini in servizio presso il distaccamento silano della Polizia Provinciale, è stata rinvenuta, su segnalazione di una cittadina, una grossa Testuggine di Hermann; il rettile, che rischiava di essere investito dagli autocarri in transito sulla strada provinciale, è stato allontanato dalla sede stradale e riportato nel bosco. Tutte le specie in oggetto sono considerate “particolarmente protette” dalle normative nazionali e internazionali. La Polizia Provinciale di Cosenza attua da sempre ogni intervento necessario, affinché la fauna selvatica, che è patrimonio indisponibile dello Stato, possa essere preservata e tutelata dagli interventi lesivi dell’uomo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati