pol prov cosenza
GEAPRESS – Una giornata, quella di domenica, che ha visto molti cacciatori riversarsi lungo i percorsi campestri e boschivi. Percorsi, aggiunge la Polizia Provinciale di Cosenza, tipicamente frequentati dalle specie di fauna selvatica oggetto dell’attività venatoria.

In tale contesto, che ha riguarda il secondo giorno di preapertura della stagione venatoria in Calabria, si sono svolti i controlli della Polizia Provinciale del Distaccamento di  Mormanno, avvenuti in questo caso con la collaborazione delle Guardie Volontarie dell’Associazione Nazionale Libera Caccia. Ad essere denunciato è un cacciatore che aveva appena abbattuto, in località Finieri, nell’ambito comunale di Grisolia, una femmina di fagiano. Il tutto, in periodo non consentito.

Lo stesso aveva inoltre sparato a circa 10 metri dalla linea ferroviaria Reggio Calabria/Battipaglia e, per tale motivo, gli è stata comminata anche una sanzione amministrativa. Il primo comportamento, invece, costituisce reato.

Un cacciatore non più giovane al quale sono stati sequestrati il fucile, le 31 cartucce di cui era in possesso ed il fagiano illecitamente abbattuto. Dell’operazione è stata immediatamente informata la competente Procura della Repubblica.

La Polizia Provinciale di Cosenza, diretta dal Comandante, dott. Colaiacovo, informerà che lavorerà senza tregua, durante tutta la stagione venatoria, per la prevenzione e repressione dei fenomeni di bracconaggio e di tutti i reati connessi all’attività venatoria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati