legna tagliata
GEAPRESS – Due arresti sono stati operati nei giorni scorsi dal Corpo Forestale dello Stato intervenuto nei pressi di Rota Greca (CS). L’accusa è quella di furto di legna in area comunale.

Le due persone sono state sorprese mentre con l’ausilio di una motosega sarebbero state intente a tagliare e depezzare alcune piante di castagno per poi caricarle su un autocarro. L’area interessata al taglio furtivo è risultata essere di proprietà comunale e i due non sarebbero stati in possesso di nessun tipo di autorizzazione prevista.

La zona interessata dal taglio risulta essere particolarmente attenzionata dal personale Forestale. All’arresto dei due uomini si è giunti attraverso un servizio di controllo quotidiano al fine di reprimere questo tipo di fenomeno particolarmente diffuso in tale zona. La legna trafugata, circa 20 quintali, e l’autocarro utilizzato per il trasporto del materiale sono stati posti sotto sequestro. I due uomini processati per direttissima ieri mattina sono stati condannati entrambi a 9 mesi di reclusione dal Tribunale di Cosenza.

Altra attività sempre legata al furto di piante è stata effettuata nei giorni scorsi nel Comune di San Benedetto Ullano. In particolare il Comando Stazione di Montalto ha rinvenuto all’interno dell’alveo del Torrente denominato “Tre Fiumare” il taglio furtivo di 13 piante di Ontano. Accertato il reato si è intrapresa una accurata attività di indagine che ha portato al deferimento del titolare di una ditta boschiva e al sequestro della legna trafugata (30 quintali) rinvenuta nel piazzale della ditta stessa.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati