bosco taglio
GEAPRESS – Sei persone, ricollegabili a ditte boschive e proprietari dei terreni, sono state deferite all’Autorità Giudiziaria per le presunte irregolarità in apertura stradelle e tagli in atto.

Secondo il Corpo Forestale dello Stato, gli interventi sarebbero stati privi delle necessarie autorizzazioni.

Gli interventi, sono maturati nell’ambito del piano d’azione nazionale e transazionale denominato “Focus Ndrangheta” che assegna al Corpo Forestale dello Stato i controlli sulla regolarità delle utilizzazioni boschive. In tale contesto il Comando Provinciale di Cosenza ha predisposto una serie di interventi sul territorio finalizzati a questo tipo di piano d’azione.

Nel caso specifico è stato posto sotto sequestro un mezzo meccanico utilizzato per trasportare il materiale legnoso ed elevate sanzioni amministrative per decine di migliaia di euro. L’attività di controllo del Corpo Forestale dello Stato continua ed è estesa a tutti i territori montani oggetto di utilizzazioni boschive.

 

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati