forestale
GEAPRESS – Centinaia di ontani, pioppi e querce abbattuti lungo un tratto lungo un chilometro e mezzo del fiume Mucone, nel Comune di Acri (CS).

Il taglio, ovviamente abusivo, scoperto dal Corpo Forestale dello Stato Comando Stazione di Acri e Montalto Uffugo  coordinati dal Nipaf di Cosenza, ha prodotto un ingente quantitativo di materiale legnoso. Una pista ricavata per l’esbosco si intersecava più volte lungo il corso d’acqua.

Tutta l’area ed il materiale ricavato, è stato posto sotto sequestro. Si tratta, riferisce sempre il Corpo Forestale dello Stato, di un’area protetta di particolare interesse ambientale ancorché a ridosso del Parco Nazionale della Sila.

Il presunto responsabile è stato deferito all’autorità giudiziaria dal personale del Corpo Forestale dello Stato per furto, danneggiamento e taglio non autorizzato di piante.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati