GEAPRESS – Cento chili di novellame di sarda sequestrato negli ultimi giorni, in più operazioni, dalla Guardia Costiera di Corigliano Calabro (CS). Controlli eseguiti sia in mare che nell’entroterra lungo le vie della commercializzazione.
Lungo la strada statale 106 jonica, nei pressi di Rocca Imperiale, è stato bloccato un furgone che trasportava 15 cassette di polistirolo contenenti 80 chili di bianchetto. La Guardia Costiera ritiene che fosse stato appena sbarcato. Oltre alla segnalazione del conducente alla Procura della Repubblica di Castrovillari, i militari hanno provveduto al sequestro di tutto il pescato.

Altre quattro cassette di bianchetto, con oltre 15 chili di neonata di pesce, sono stati invece trovati a bordo di un altro furgone guidato dal titolare di una pescheria di Castrovillari. In controllo del mezzo è avvenuto lungo la strada statale 534 nel territorio di Cassano Jonico. Anche in questo caso sequestro del pescato e la denuncia alla Procura della Repubblica di Castrovillari.

Un terzo sequestro è invece avvenuto a Rossano, presso un venditore ambulante. Dieci chili di diverso pescato, tra cui del novellame. Esposto per la vendita privo di ogni indicazione sulla tracciabilità e non adatto al consumo umano. Anche in questo caso la segnalazione alla Procura della Repubblica di Rossamo.

L’attività di vigilanza, da parte dei militari della Guardia Costiera, agli ordini del Capo del Compartimento marittimo, il Capitano di Fregata (CP) Antonio D’AMORE, continuerà nei prossimi giorni sia in mare che nell’entroterra della provincia di Cosenza. La Guardia Costiera ricorda che, oltre alla pesca ed alla commercializzazione, del novellame è vietata anche la sola detenzione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati