istrice
GEAPRESS – Nei giorni scorsi un giovane esemplare di istrice è stato investito sulla strada Corato-Gravina, nei pressi dell’agriturismo Selva Reale.

L’animale, una femmina di circa due anni, è stato trascinato per diversi metri sul manto stradale. L’istrice è rimasto agonizzante sul ciglio della strada sino a quando è stato soccorso dalla squadra antincendio dell’Arif Puglia Ruvo 70,  in servizio di pattugliamento antincendio nel comune di Ruvo e Corato.

Il caposquadra Mario Decicco ha immediatamente allertato gli attivisti del centro di recupero WWF di Molfetta che subito si sono recati sul poso per trasportare il povero Istrice presso il dipartimento di medicina veterinaria di Bari. Qui è stato prontamente visitato dai Proff. Antonio Camarda e Antonio Di Bello, rispettivamente della sezione di Patologia Aviare e della sezione di Chirurgia.

L’istrice presentava una profonda lesione sul treno posteriore e paralisi degli arti nonché la frattura della mascella e perdita dei denti incisivi superiori ed inferiori. Vista la gravità del quadro, clinico l’animale è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico e la prognosi rimane riservata.

L’istrice chiamato volgarmente anche porcospino è un mammifero roditore erbivoro che in natura si nutre di bulbi, tuberi, ma anche frutta che spesso trova a terra. La sua presenza nella provincia di Bari viene registrata soprattutto nelle aree boscate del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Pasquale Salvemini del Wwf e responsabile del centro di recupero di Molfetta, nel ringraziare l’operato svolto dalla squadra antincendio Ruvo 70 per la sensibilità mostrata, ricorda che il nuovo codice della strada prevede sanzioni amministrative per tutti coloro che omettono di soccorrere animali investiti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati