Interventi della Capitaneria di Porto di Cagliari e di Palermo sulla filiera del pescato. A Cagliari i militari hanno rinvenuto ben 200 chilogrammi di Tonno pinna gialla spacciato come tonno rosso. Il primo ha un prezzo di mercato sensibilmente inferiore rispetto al secondo. Sequestrati anche due chili di polpi e due aragoste prive di tracciabilità. Nel caso del tonno diversamente indicato, si tratta a tutti gli effetti di una frode. Per questo i responsabili sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria.  Sulla mancanza di tracciabilità si sono concentrati i controlli di Palermo. I titolari di otto pescherie e tre ristoranti sono stati per questo sanzionati.