I fatti risalgono ad alcuni addietro. Nella riviera marchigiana, si era registrato il furto di un Boa constrictor. L’animale era riapparso in un balcone di Cattolica, che sebbene in altra regione dista pochi centinaia di metri dal luogo del furto, allarmando non poche persone. L’animale risultò in possesso dell’autore del furto, ora condannato a quattro mesi di reclusione, pena sospesa.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati