conigli
GEAPRESS – Due conigli, denutriti e nella gabbia sporca. Sono stati scoperti dal nucleo anti-maltrattamento dell’ENPA (Ente Nazionale Protezione Animali) di Monza e Brianza grazie alla segnalazione di un privato cittadino.

I due piccoli animali erano detenuti nel giardino di una ditta/magazzino a Concorezzo (MB). Gli animali erano gestiti da persone di origini cinesi a quanto pare per scopi alimentari.

I conigli sarebbero stati stipati in una gabbia sporca con pavimento a grata, senza alcun riparo e sprovvisti di acqua. La Protezione Animali sottolinea come il poco cibo a disposizione, era ormai marcio.

All’interno della gabbia sono state trovate vaschette di plastica e di polistirolo rosicchiate, ulteriore prova di un’alimentazione inadeguata. Questo perchè i denti incisivi dei conigli, crescendo in modo continuo per tutta la vita, devono essere consumati tramite la masticazione quasi costante di grandi quantità di alimenti freschi (fieno, erba e verdure).

Grazie alla presenza di un’interprete di fortuna, i volontari hanno spiegato le gravi lacune nella gestione dei due conigli, assimilabili a un vero e proprio maltrattamento. Secondo quanto dichiatato dai detentori, i due conigli sarebbero stati acquistati da un venditore ambulante per far compagnia ai figli, e di ignorare le normative che regolano una corretta gestione di questi animali.

Non è quindi rimasto altro da fare che far cedere i conigli, non senza aver raccomandato di non prendere più animali. Cino e Simona – così li hanno chiamati i volontari dell’ENPA di Monzo – hanno circa quattro mesi di vita. Alla visita presso il canile di Monza sarebbero risultati molto denutriti, tanto da doversi rimandare  la vaccinazione.

La speranza dei volontati è di poterli dare in adozione.

Si tratta di conigli di varietà grande del tipo New Zealand. Auspicata l’adozione congiunta, ovviamente dopo sterilizzazione. Per questa operazione bisognerà aspettare ancora fin tanto che avranno compiuto i sei mesi di vita.

La taglia XL – riferisce l’ENPA di Monza – già rende difficoltosa la loro adozione poiché la maggior parte delle persone preferiscono i coniglietti nani. Eppure per nostra esperienza i conigli New Zealand sono più coccoloni e dolci delle razze nane e imparano in fretta a usare la lettiera per i bisogni, liberi per casa sono come gatti”.

ENPA ricorda tuttavia che i conigli non vanno scelti pensando che la loro gestione sia più semplice di quella di un cane o di un gatto; tutt’altro. Hanno precise esigenze di spazio, di movimento e di socializzazione (non devono trascorrere tutta la loro vita in una gabbia!) e un’alimentazione scorretta può avere gravi ripercussioni sulla loro salute. Necessitano di essere vaccinati ogni sei mesi e di essere seguiti da un veterinario esperto in esotici.

Per info sull’adozione di Cino e Simona, si può utilizzare la seguente mail: roberta.resnati@enpamonza.it. Il rifugio di Monza, in via Buonarroti 52, è aperto tutti i pomeriggi tranne mercoledì e festivi dalle 14,30 alle 17,30. Sito: www.enpamonza.it.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati