tartarughe
GEAPRESS – Un  nuovo sequestro di Tartarughe di terra è avvenuto nei giorni scorsi in un porto italiano. Due “Testudo graeca nabeulensis” sottospecie della tartaruga greca che si rinviene in Tunisia, sono infatti state scoperte dai Funzionari delle Dogane  del porto di Civitavecchia.

I due animali, chiusi all’interno di una piccola scatola imbrattata delle loro feci, sono stati rinvenuti nel sedile posteriore di un’autovettura condotta da un cittadino tunisino. Ad intervenire i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Civitavecchia, in collaborazione con i militari della Guardia di Finanza ed il Nucleo Operativo Cites del Corpo forestale dello Stato.

Si tratta dell’ennesimo sequestro ai danni di animali tutelati dalla Convenzione internazionale di Washington, alla quale anche l’Italia ha aderito, e le cui infrazioni sono purtroppo disciplinate, nel nostro paese, da reati di esclusiva natura contravvenzionale. Reati cosiddetti minori, che poco o nulla funzionano da deterrente.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati