Andrea Zanoni with CABS team
GEAPRESS – A seguito dell’interrogazione presentata dall’Eurodeputato Andrea Zanoni, la Commissione europea ha contattato le autorità cipriote sul bracconaggio nell’isola. Un problema annoso praticano in danno alla piccola fauna alata migratoria protetta dalle disposizioni internazionali. Per l’Eurodeputato PD Andrea Zanoni una inaccettabile e continuata violazione della direttiva Uccelli senza considerare le minacce ai volontari antibracconaggio del CABS. Zanoni, questo proposito, ha chiesto la procedura di infrazione se le autorità si dimostrano conniventi con i bracconieri.

Ritenendo che la collaborazione della squadra antibracconaggio della polizia cipriota con le organizzazioni che lottano contro il bracconaggio sia fondamentale per l’applicazione della normativa europea da parte di Cipro, la Commissione ha sollevato la questione con le autorità cipriote esortandole a garantire il sostegno necessario alla lotta al bracconaggio”. Questa la risposta del Commissario Ue all’Ambiente Janez Potočnik all’interrogazione dell’eurodeputato PD e vice presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo.

La Commissione, ha aggiunto Potočnik, continuerà a sorvegliare con attenzione le misure adottate da Cipro per lottare contro il bracconaggio e valuterà l’opportunità di ulteriori interventi dopo aver ricevuto e analizzato i dati sulle catture relativi all’autunno 2013. “Il tutto – aggiunge il Commissario – tenendo conto anche delle informazioni fornite dall’onorevole deputato e della strategia nazionale cipriota per la lotta contro il bracconaggio la cui elaborazione era prevista entro la fine del 2013”.

La situazione di Cipro è paradossale, un aperto affronto alla normativa europea di tutela dell’avifauna e uno sfregio agli stessi avvertimenti mandati in passato da Bruxelles. L’apertura di una sonora procedura d’infrazione mi sembra l’unico modo per convincere le autorità cipriote, per adesso conniventi con i cacciatori, a rispettare la Direttiva Ue Uccelli e ad agevolare il preziosissimo lavoro dei ragazzi del CABS, impegnati ogni anno in un campo anti bracconaggio sull’isola per loro sempre più pericoloso viste le minacce e attacchi dei bracconieri”, attacca Zanoni (nella foto,a sinistra, nel corso di un campo antibracconaggio a Cipro).

Sarà mia premura tenere costantemente la Commissione europea informata di quanto succede sull’isola e fare in modo che questa situazione di aperta illegalità venatoria finisca al più presto”, conclude l’eurodeputato.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati