orsi luna
GEAPRESS – Il tutto è scaturito nel corso di un normale controllo di polizia nella provincia dello Yunnan, nel sud ovest della Cina. Ventidue cuccioli di orsi stipati nel sedile posteriore di un’automobile.

A fare insospettire i funzionari è stato il forte odore di muschio che proveniva dalla macchina, oltre  che i lamenti dei poveri animali. Secondo quanto riportato dalle fonti di polizia gli orsetti presentavano la tipica fascia al collo dei cosiddetti “orsi della luna”. Si tratta dell’orso asiatico purtroppo ancora usato per le cosiddette fattorie della bile. Poveri animali costretti in gabbie che li costringono all’immobilità e con un catetere che dall’addome drena il liquido prodotto dalla cistifellea. La bile, purtroppo per gli orsi, ha una funzione medicamentosa effettivamente riconosciuta, a differenza dei corni di rinoceronte la cui famosa polvere è di nessuna utilità in campo medico. Il principio attivo che si ricava dalla bile è però di facile sintesi chinica e niente può giustificare l’orrore al quale sono sottoposti i poveri orsi.

Nel bagliaio della macchina dello stesso trafficante ,è stata inoltre rinvenuta una valigia contenente il corpo di un orso e quattro zampe.

Il conducente,  una volta interrogato dalla polizia, ha infine ammesso cosa in effetti stava trasportando. Inizialmente, aveva dichiarato che trattavasi di uccioli di cane.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati