macaco
GEAPRESS – Secondo quanto riportato dall’Agenzia Nuova Cina, due uomini coinvolti in un lucroso commercio di scimmie sono stati condannati da un Tribunale di Shaanxi, provincia  della Cina  nord occidentale,  ad oltre dieci anni di carcere cadauno, per avere commerciato gli animali destinandoli alla sperimentazione naimale.

Entrambi membri di una banda organizzata, sono stati riconosciuti colpevoli dell’acquisto, trasporto e vendita delle scimmiette tra cui una specie in pericolo di estinzione.

Uno dei due uomini era accusato di avere commercializzato  400 macachi tra il marzo 2000 e il giugno 2002. Almeno 1200 erano invece gli animali  dal secondo soggetto nel periodo compreso tra il giugno 2001 e dicembre 2002. Secondo quanto riportato dall’Agenzia Nuova Cina,  avrebbero venduto i poveri animali ad ospedali, istituti di ricerca, medici e aziende impegnate nella sperimentazione animali nelle città di Shanghai, Pechino, Suzhou e Guangzhou.

A quanto sembra, altri membri della banda erano stati condannati nel 2004 a pene comprese tra 4 e 14 anni di prigione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati