tonno rosso IV
GEAPRESS – Agenti della Polizia di Stato, appartenenti alla Squadra Nautica della Questura e personale della Capitaneria di Porto, hanno sequestrato ieri notte a Cefalù (PA) due tonnellate e mezzo di Tonno rosso.

Porti nevralgici del litorale palermitano, quelli controllati dalla Polizia. Ieri notte la svolta nel porto di Cafalù. Alcuni pescherecci osservati in fase di attracco non risultavano infatti censiti tra quelli in possesso delle cosiddette “quote tonno”, ovvero le speciali autorizzazioni rilasciate in base alla normativa comunitaria.

Ai poliziotti non è sfuggita la sospetta manovra di avvicinamento alla banchina di un peschereccio a luci spente. Contestualmente a tale operazione anche l’arrivo di un furgone anch’esso a fari spenti. Il mezzo si posizionava nella banchina con i portelloni aperti.  I poliziotti hanno così atteso che si concludessero le operazioni di trasbordo del pescato dal peschereccio al furgone prima di entrare in azione. A breve distanza, il blocco della spedizione.

All’interno del mezzo, dodici tonni per il peso di circa due tonnellate.  L’intervento, però, non era ancora concluso. Mentre la Polizia di Stato stava identificando il conducente, venivano notati in mare alcuni bidoncini galleggianti. L’immediato controllo grazie all’ausilio del personale della Capitaneria di Porto, portava a scoprire come i bidoncini fossero in realtà  boe utilizzate per segnalare la presenza di tonno abbandonato in mare e pronto per essere recuperato in un secondo momento.

Secondo la Polizia di Stato è probabile  che gli equipaggi di altre imbarcazioni cariche di tonno pescato illegalmente, dopo aver notato i controlli, avessero deciso di abbandonare in mare il carico. Non è pertanto da escludere che in porto fossero  attraccare  delle imbarcazioni in attesa della conclusione  delle operazioni di polizia.

I tonni sequestrati, a conclusione di controlli veterinari, sono stati consegnati ad una ditta concessionaria in previsione dell’assegnazione all’asta. Complessivamente, il peso del Tonno rosso oggetto dei due sequestri amministrativi (di cui uno contro ignoti), è stato di 2.410 chili.  Le sanzioni amministrative elevate, sono pari ad  un totale di ottomila euro.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati