Esercitava la pesca subacquea in zona non consentita, precisamente in prossimità delle ostruzioni dello scalo marittimo catanese. Per questo motivo ad un ventiseienne pescatore subacqueo è stata contestata la relativa violazione ed elevata una sanzione amministrativa di 1.000 euro, da parte dell’equipaggio della Motovedetta CP555 della Guardia Costiera, impegnato nei consueti controlli di polizia marittima, particolarmente intensificati durante il fine settimana.

E’ accaduto poco prima delle 13 di domenica 29 ed il pescatore, che operava in apnea senza l’ausilio di particolari attrezzature, si è visto sequestrare anche venti chilogrammi di mitili. L’attività di vigilanza e controllo della Guardia Costiera continuerà anche nei prossimi giorni, nell’ambito dell’operazione “Mare Sicuro”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati